Luciano nuovaVogliamo e proponiamo una Regione che sia in grado di accompagnare e di facilitare il progetto di formazione, di vita e di impresa.

Per raggiungere questo obiettivo, necessario a restituire opportunità allo sviluppo delle comunità e dei territori, prendiamo i seguenti 10 impegni a realizzare una Regione che sia:

Facile per chi vuole studiare e specializzarsi. Facile per l’unione tra formazione e lavoro attraverso tirocini e stage aziendali per ogni giovane al termine del percorso formativo. Facile per il sostegno al sistema universitario come propulsore dell’innovazione e della ricerca;

Facile per le nuove famiglie che cercano una casa, mettendo a disposizione case inutilizzate nell’entroterra e terreni su cui edificare nei comuni prossimi alle grandi aree urbane. Facile per il sostegno alle famiglie che attualmente devono affrontare un vero e proprio ginepraio per poter adottare;

Facile per conciliare esigenze professionali e familiari;

Facile per vivere a contatto con una natura salvaguardata, partendo dai fiumi che saranno ripuliti e resi accessibili soprattutto con percorsi per il cicloturismo. Facile e naturale, perché piantumeremo 1 milione di alberi di genotipi autoctoni spontanei per un vero restauro ecologico ambientale e il contrasto al dissesto idrogeologico;

Facile per chi usa la bicicletta attraverso la realizzazione di un grande percorso ciclabile tra la costa e le aste fluviali con quattro hub per l’interscambio dei mezzi;

Facile per avviare un’impresa abbattendo i tempi delle autorizzazioni burocratiche. Facile grazie alla valorizzazione delle professionalità delle risorse umane e alla scelta di manager per gli enti partecipati selezionati in base ai progetti e retribuiti esclusivamente in relazione ai risultati effettivi raggiunti;

Facile per chi scommette sul talento e sulle idee;

Facile per gli spostamenti di persone e di beni attraverso il potenziamento dei porti con l’autorità portuale, la modernizzazione delle tratte appenniniche e adriatica della ferrovia, il completamento delle grandi strade di collegamento, la manutenzione straordinaria della viabilità locale;

Facile per ottenere accertamenti diagnostici e terapie e per la costituzione di uno sportello unico per la salute che si faccia carico della premura per i bisogni di cura e di benessere del cittadino. Facile per la valorizzazione di tutti i presidi sanitari che avranno specializzazioni peculiari nelle prestazioni in modo da corrispondere adeguatamente al bisogno di salute nei territori. Facile per il taglio delle file ai cup e alle liste di attesa attraverso un uso intensivo delle tecnologie e la valorizzazione delle professionalità;

Facile per chi vive una condizione di debolezza e di bisogno particolari, nessun abruzzese sarà lasciato solo o a carico unicamente della sua famiglia.

Tutti questi punti saranno verificati nella loro attuazione da un comitato di Garanti scelto tra personalità autorevoli e terze, senza vincoli ideologici, eminentemente rappresentative delle istituzioni, delle professioni, degli studi e del volontariato.